Nuova Zelanda Signore degli Anelli

In Nuova Zelanda, nella Terra di Mezzo

In Nuova Zelanda, nella Terra di Mezzo

Nuova Zelanda Signore degli Anelli ,

La Terra di Mezzo è in Nuova Zelanda.

Dove è stato girato “Il Signore degli anelli”?

Oggi voglio condividere con voi una passione, anzi due:

  • la mia passione per il cinema, in questo caso specifico per il “Signore degli Anelli”
  • la mia passione per i viaggi, che è anche diventato il mio mestiere.

Da queste due passioni è chiaro il perchè del nome “Ciak si viaggia”, no? 🙂
Nel nostro blog io e mio marito Loris amiamo raccontare i nostri viaggi fatti e condividere le nostre passioni. Nella nostra rubrica “VIAGGI DA OSCAR” raccontiamo come raggiungere le mete dei set cinematografici dei più grandi film, serie tv e video musicali.

“Tre anelli ai re degli Elfi sotto il cielo che risplende,
Sette anelli ai principi dei nani nelle loro rocche di pietra,
Nove agli uomini mortali che la triste morte attende,
Uno per l’oscuro sire chiuso nella reggia tetra,
Nella terra di Mordor dove l’ombra cupa scende
Un anello per trovarli, un anello per domarli
Un anello per ghermirli e nel buio incatenarli
Nella terra di Mordor dove l’ombra cupa scende”

….questa è la poesia dell’anello de “Il Signore degli anelli” scritto da Tolkien; e siccome comincio così, avrete certamente capito che sono una grande fan 😊… ho letto i libri più volte (anche se, in tutta sincerità, ammetto di avere ogni volta saltato le pagine con le canzoni degli Elfi).
E naturalmente ho visto tutti i film (tutti e 6 intendo).

Oggi vi racconto “La compagnia dell’anello”, film con la regia di Peter Jackson del 2001, tratto dal best seller di Tolkien.

Peter Jackson – il regista

L’autore con la sua Terra di Mezzo, ha creato un mondo pieno di simbolismi e straordinario (non per forza straordinario soltanto in senso positivo, ma comunque complesso ed incredibile).
Il regista neo neozelandese Peter Jackson ha cercato, e non ha sbagliato secondo me, di ricostruirlo nella sua terra natia.
E non poteva scegliere meglio. La Nuova Zelanda è un mondo a sé, straordinario e particolare.

Allora, prima di raccontare un po’ la trama del libro/film, vi spiego dove sono state girate alcune delle più belle scene del film.

DOVE E’ STATO GIRATO “IL SIGNORE DEGLI ANELLI”?

Ecco i luoghi utilizzati per i set del film nell’isola del Nord della Nuova Zelanda.

Come vi dicevo, le location dei set sono tutte in Nuova Zelanda, terra di origine del regista.
La Contea – Hobbiville si trova nell’isola Nord, partendo da Auckland a circa due ore di auto, nella regione di Matamata, più esattamente a Waikato (conosciuta anche come Hobbiton) dove è possibile visitare le casette degli Hobbit; il set è infatti intatto, è stato ampliato ed utilizzato anche per la seconda trilogia “Lo Hobbit”.

L'interno delle case degli hobbit
L’interno delle case degli hobbit
Hobbiville Nuova Zelanda
Hobbiville

Qui potrete davvero vedere ed entrare nella casa di Frodo e Bilbo, la taverna del Drago Verde e le colline cha hanno fatto da sfondo alle vicende della Contea. La visita è piuttosto cara (circa 40 euro) ma ne vale assolutamente la pena!

Scendendo verso Sud, proprio di fronte allo Stretto di Cook, troviamo la città di Wellington, nelle cui vicinanze troviamo le location di molte altre scene:

  • il Mount Victoria, le cui zone boscose sono i boschi appena fuori Hobbiville, nei quali Frodo, Sam, Merry e Pipino incontrano per la prima volta i Nazgul.
Kaitoke park
Kaitoke park
  • Il Parco regionale di Kaitoke a Wellington è la location di Gran Burrone (troverete il luogo esatto segnalato da una mappa nel parcheggio).
  • A Nord di Port Waikato troviamo una collina calcarea ed anche una grotta che sono state utilizzate per giare le scene a Collevento (quando gli Hobbit e Granpasso si scontrano con i Nazgul e Frodo viene ferito). La scena con i Nazgul è stata girata negli studios della Weta.
Weta cave Museo
Weta cave Museo
Weta cave workshop
Weta cave workshop
Weta cave workshop
Weta cave workshop
  • A Wellington si trova anche un parco a tema de “il Signore degli anelli”: la Weta Cave. Con il Weta workshp Tour si può visitare il backstage della produzione e vedere i modelli e costumi utilizzati. E’ possibile visitare anche gli Studios.

Ecco i luoghi utilizzati per i set del film nell’isola del Sud della Nuova Zelanda.

Proseguendo nell’Isola Sud della Nuova Zelanda (tre ore e mezza circa di navigazione) incontriamo la cittadina di Nelson, dove si trova il negozio dell’orafo Jens Hansen che ha creato le 40 copie dell’anello utilizzate per le riprese nel corso degli anni; eh si….è possibile acquistarne uno!

Nuova Zelanda Signore degli Anelli
Chetwood Forest

Viaggiando ad ovest raggiungiamo Takaka Hill (Chetwood Forest); qui sono state girate le scene vicino alla città di Brea (dopo che gli Hobbit hanno lasciato Hobbiville e prima dell’incontro con Granpasso).
Sempre durante l’escursione che è possibile effettuare da Takaka Hill si raggiunge l’Harwood Hole un impressionante buco nel terreno profondo 357 metri; qui sono state girate alcune sequenze del passaggio della Compagnia dell’anello nelle miniere di Moria.

Harwood Hole Nuova Zelanda
Harwood Hole

Immediatamente a sud di Takaka Hill incontriamo la zona di Kahurangi National Park (4.520 mq); al suo interno troviamo il monte Olympus, utilizzato come location delle scene di quando la Compagnia, dopo aver lasciato Gran Burrone, si imbatte nei corvi spia inviati da Saruman.

Kahurangi national park
Kahurangi national park

Kahurangi national park Kahurangi national park

Il monte Oven (a Dimrill Dale) invece, ha ospitato le riprese dell’uscita della Compagnia dalle miniere di Moria, dopo la caduta di Gandalf.
Queste zone possono essere viste solo attraverso un tour in elicottero che parte da Nelson.
Sempre nell’isola Sud, Skippers Canyon è il luogo in cui Arwen guada il fiume portando Frodo a Gran Burrone e sfuggendo all’inseguimento dei Nazgul. Lo stesso punto del fiume veniva guadato durante la corsa all’oro (come racconta lo stesso regista).

Skippers canyon
Skippers canyon

Il borgo di Paradise (sempre Isola Sud) ha permesso di ricostruire le fatate atmosfere di Lothlorien; sono due le location che ne hanno permesso la ricostruzione: La foresta di Paradise (antica foresta di faggi i cui rami si incrociano a formare un soffitto) e il Lago Silverlode a Fernside; da qui la compagnia lascerà Lothlorien in barca per proseguire nella missione di distruzione dell’anello.

Mavora Lake
Mavora Lake

La Compagnia dell’anello lascia le barche e si ferma a riposare nella zona di Mavora Lakes; il primo scontro tra la Compagnia e gli Orchi Uruk-Hai avviene a Wakatipu Lake.

Wakatipu lake
Wakatipu lake

Più a sud, verso Queentown, a nord di Glenorchy, c’è il monte Earnslaw, diventato l’aspro e terribile monte Caradhras, che mette così tanto in difficoltà la Compagnia dell’anello da costringerli a decidere di attraversare Moria.

Monte Earnslaw
Monte Earnslaw

Cosa succede nel film?

Il primo film (La compagnia dell’anello) inizia ad Hobbiville, un paesino della Contea (parte della Terra di Mezzo) abitata dagli Hobbit appunto; sono piuttosto bassi di statura, hanno piedi grossi e ricoperti da peli (non indossano scarpe) e sono una popolazione tranquilla e socievole.
Bilbo Baggins (protagonista della seconda trilogia “Lo Hobbit”, in realtà ambientata prima di questa) sta per compiere gli anni (più di 100; gli Hobbit vivono molto a lungo) ed è usanza Hobbit che, durante la propria festa di compleanno, si facciano regali invece di riceverne.

Locandina del film

Gli invitati alla festa sono molto numerosi, si vocifera che Bilbo sia infatti molto ricco perchè tornato dopo lunghe e pericolose avventure in giro per il mondo; tutti pensano che nasconda un tesoro.
Ha vissuto da solo per molti anni e da poco ha adottato, come erede, il figlio di lontani cugini: Frodo Baggins (Elijha Wood) molto legato allo zio.
Tra gli ospiti si presenta anche Gandalf lo stregone (Ian McKellen); egli è venuto a trovare Bilbo per convincerlo a lasciare al nipote un anello magico (rende invisibile chi lo indossa) che Bilbo aveva trovato anni prima all’interno di una caverna, durante il suo scontro di indovinelli con la con la creatura Gollum.
Bilbo ha organizzato questa grande festa per poter scomparire nel trambusto e trasferirsi a Gran Burrone (un regno elfico); Gandalf gli svela che recentemente lo spirito di Sauron (il Signore degli anelli del titolo), ha creato una serie di anelli per controllare chiunque li indossi e, in segreto, ne ha creato un altro che può controllarli tutti; l’anello più potente è proprio quello trovato da Bilbo e deve essere distrutto al più presto.
Bilbo è già in parte sotto il controllo dell’anello, ma riesce a resistere e lo lascia al nipote prima di andarsene.
A questo punto Frodo si trova proprietario di tutte le proprietà dello zio e di uno strano anello; Gandalf gli mostra la vera natura dell’anello: lo getta nel fuoco e l’anello ne esce completamente freddo ma, al suo interno sono apparse alcune parole in un’antica lingua: “Un anello per domarli, un anello per trovarli, un anello per ghermirli e nel buio incatenarli”. Si tratta infatti dell’anello di Sauron, quello che può controllare tutti gli altri anelli e rendere il suo padrone infinitamente potente. Sauron sta raccogliendo le forze e presto sferrerà un attacco alle popolazioni libere di Elfi, Nani, Uomini e Hobbit.
L’anello va distrutto ad ogni costo; Gandalf chiede a Frodo di portare l’anello a Gran Burrone una roccaforte elfica.
Frodo decide di partire (anche per seguire le orme dell’amato zio Bilbo); ma non parte da solo. Infatti lo seguono Sam (il suo giardiniere e migliore amico), Peregrino Tuc e Meriadoc Brandibuck (meglio conosciuti come Merry e Pipino). I quattro Hobbit si scontrano ben presto con uno dei cavalieri Nazgul (i 9 cavalieri che servono Sauron), riescono a sfuggirgli e si rifugiano all’interno di una taverna dove devono aspettare l’arrivo di Gandalf.

Nuova Zelanda Signore degli Anelli
Scena del film

Qui Frodo, per errore indossa l’anello e scopre che, oltre a renderlo invisibile, gli fa vedere il mondo in maniera distorta e piena di ombre; inoltre quando l’anello viene indossato le creature di Sauron riescono a percepirne la presenza; infatti si dirigono verso la taverna.
Un personaggio solitario nella taverna, conosciuto come Grampasso (Viggo Mortensen), li aiuta a fuggire. Egli conosce Gandalf e li scorta a Gran Burrone; lungo la strada però si scontrano con i Nazgul e uno di loro ferisce Frodo (che aveva di nuovo indossato l’anello). Grampasso riesce a farli fuggire ma i cavalieri oscuri continuano ad inseguirli.

Nuova Zelanda Signore degli Anelli
Gran Burrone

Nuova Zelanda Signore degli Anelli
Frodo è in gravi condizioni dopo essere stato ferito, rischia la vita; ad aiutarlo arriva Arwen (Liv Tayler), una principessa elfica che lo conduce, con il proprio cavallo attraverso un fiume fatato, verso Gran Burrone; i cavalieri non possono attraversarlo e vengono trascinati via dalla corrente.

Nuova Zelanda Signore degli Anelli
Arwen attraversa il fiume Brandivino

Frodo si risveglia alla corte di Elrond, signore di Gran Burrone e padre di Arwen. Guarito, ritrova Bilbo (terribilmente invecchiato da quando non è più in possesso dell’anello) e Gandalf, il quale racconta il motivo per cui non si è presentato alla taverna; è stato fatto prigioniero da Saruman il Bianco, che credeva suo alleato ma che ha scelto di servire l’oscuro Sauron. Gandalf è riuscito a fuggire grazie all’aiuto di una delle grandi aquile.
A Gran Burrone sono arrivati anche i rappresentanti delle altre razze Boromir di Gondor (Sean Bean) per gli uomini, Legolas (Orlando Bloom) per gli elfi silvani e Gimli (Jhon Rhys-Davies) per i Nani.
Gandalf racconta del tradimento di Saruman e rivela che egli ha creato un esercito di Orchi più forti e potenti gli Uruk- Hai.
Mostra l’anello di Sauron all’assemblea, Gimli prova a distruggerlo con la sua ascia, ma fallisce; Gandalf rivela che può essere distrutto soltanto gettandolo nel fuoco in cui è stato creato, ovvero nel Monte Fato a Mordor.
Il piano di Gandalf è che un piccolo gruppo si addentri verso le terre di Mordor in modo da non attirare troppo l’attenzione e di arrivare al vulcano.
Frodo si offre volontario di portare l’anello, Sam , Merry e Pipino non vogliono separarsi da lui, così come Legolas, Gimli, Boromir , Grampasso (che si è rivelato essere in realtà Aragorn, l’erede al trono di Gondor) e naturalmente Gandalf.
Prima della partenza Bilbo regala a Frodo un pugnale, la cui lama si illumina se ci sono orchi nelle vicinanze e una leggerissima, ma estremamente resistente, cotta di maglia (che Frodo nasconde sotto i vestiti).
La Compagnia dell’anello si allontana da Gran Burrone e procede verso Mordor; durante il tragitto però vengono rallentati dalle trappole tese da Sauron che li spinge a dover per forza passare attraverso le miniere di Moria, territorio dei Nani.
Mentre si addentrano nelle oscure caverne si accorgono ben presto di essere seguiti da Gollum e che i Nani di Moria sono stati attaccati e uccisi dagli Orchi.
Gli Orchi attaccano la Compagnia dell’anello, ma loro riescono a fuggire; sono quasi giunti all’uscita quando si scontrano con un orribile Balrog; Gandalf riesce a sconfiggerlo e farlo precipitare nell’abisso, ma la creatura all’ultimo secondo trascina lo stregone con sé.
La Compagnia fugge dalle miniere e tutti sono molto colpiti dalla scomparsa dello stregone; Aragorn prende il comando e li guida a Lothlorien (un altro regno elfico) guidato da Celeborn e Dama Galadriel (Cate Blanchett). La donna mostra a Frodo il proprio futuro se dovesse fallire nella sua missione ed egli vede l’orribile destino di morte e prigionia che colpirebbe la Contea e tutte le altre popolazioni della terra di mezzo.
Frodo è sconvolto dalle immagini e comincia a maturare l’idea di proseguire da solo il suo viaggio.
La Compagnia lascia il reame di Lothlorien e procede verso sud seguendo il percorso del fiume su canoe.
Frodo si accorge che la lama del suo pugnale è illuminata… gli Orchi Uruk-Hai li stanno seguendo dalle sponde.
Dopo qualche tempo la Compagnia scende dalle barche per riposarsi; Boromir sedotto dall’influenza dell’anello cerca di rubarlo a Frodo, spingendo l’Hobbit ad indossarlo e fuggire.
Si pente poi immediatamente dell’errore commesso e richiama Frodo, nel frattempo gli Orchi li hanno raggiunti.
Boromir combatte coraggiosamente e muore nel tentativo di rallentarli.
Merry e Pipino vengono rapiti dagli Orchi; Legolas , Gimli ed Aragorn decidono di inseguirli per salvarli dopo essersi resi conto che Frodo e Sam sono saliti su una barca ed hanno deciso di proseguire il loro viaggio verso Mordor da soli.

VUOI VISITARE I LUOGHI DEI SET DI QUESTO FILM?

Vi abbiamo dato qualche dritta per visitare i luoghi set di questo straordinario film ma vi consigliamo di affidarvi ad un tour organizzato per poter godere a pieno di questa terra meravigliosa, che ben si è prestata a far da scenario ad una pietra miliare del cinema mondiale.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *